Si dimette il Segretario NurSind di Ancona Giuseppino Conti

Da: www.quotidianosanita.it

Conti si è dimesso ieri a seguito della sua elezione alla carica di Presidente del nuovo consiglio direttivo del Collegio Ipasvi di Ancona. Oggi l’incarico pro-tempore di segretario territoriale è stato assegnato a Elsa Frogioni. Il nuovo incarico sarà mantenuto fino  alle prossime elezioni che si svolgeranno in concomitanza del Consiglio Territoriale Nursind  Ancona previsto entro il 2018

27 OTT – Storico Segretario Territoriale del sindacato NurSind di Ancona, Giuseppino Conti, ieri, 26 ottobre, ha formalmente consegnato le sue dimissioni dalla carica che gli era stata riconfermata all’unanimità dal Direttivo il 13 ottobre 2015. Le motivazioni della decisione vanno ricercate nell’elezione alla carica di Presidente il 23 ottobre scorso dal nuovo consiglio direttivo del Collegio Ipasvi di Ancona.  Il nuovo Consiglio Ipasvi di Ancona si è costituito dopo le elezioni avvenute il 13-14-15 ottobre scorsi, ed ha registrato un record di partecipazione, con ben 710 votanti su 3589 infermieri iscritti nella provincia di Ancona.
“Con un ruolo marginale, resto fedele al Nursind, perché gli infermieri hanno un bisogno insostituibile di un sindacato di categoria”. Così Conti che svolge la sua professione di Infermiere Coordinatore presso una Residenza Sanitaria Assistita dell’Asur Marche area vasta2 di Castelfidardo (AN).
Conti ha quindi dichiarato che il suo impegno nella professione infermieristica finora si era concentrato sullo sviluppo di una coscienza e consapevolezza dell’importante ruolo e necessaria valorizzazione di questo profilo nel mondo del lavoro, ma che la sua  passione per la core competencies professionale infermieristica, non si è mai spenta ed ora desidera contribuire ad un comune progetto, con la sua personale esperienza.
“Troppo spesso la professione infermieristica viene umiliata nel suo intimo valore sociale e professionale – ha spiegato Conti -, nell’indifferenza delle istituzioni e collegi. Se immaginiamo un cambiamento possibile, abbiamo l’obbligo di provarci a ridare dignità a questa professione, da sempre offesa e sfruttata. L’infermiere è il professionista che ogni giorno deve garantire qualità, efficienza e sicurezza delle cure ed assistenza sempre più complesse a cittadini sempre più esigenti. In questo fondamento, i diritti e doveri dei professionisti della salute, devono seguire percorsi convergenti e il Collegio in qualità di garante di standard professionali elevati, ha come primario obiettivo l’ascolto e sostegno di tutti gli infermieri.  L’istituzione di rappresentanza professionale ha il dovere di facilitare e promuovere l’espletamento di tutto il potenziale di cui è portatore l’infermiere, in modo da soddisfare appieno i nuovi bisogni di salute  e la loro sostenibilità nell’attuale crisi del sistema socio-economico”.

“Gli infermieri italiani – spiega ancora Conti – sono i più bravi e competenti in Europa, non è un auto incensarsi, è un primato che ci è stato consegnato dalla comunità UE. Merito della nostra alta formazione universitaria, all’estero siamo i più ricercati, ed abbiamo unanime apprezzamento, questo ci onora, ma allo stesso tempo rende il confronto con la nostra realtà italiana ancora più avvilente. Il riconoscimento della professionalità dell’infermiere in Italia non è al passo con i tempi, anche tra le regioni italiane osserviamo una disparità di funzioni e competenze consegnate all’infermiere. Il Collegio è una Istituzione importante che può avere un ruolo incisivo negli indirizzi politici e strategici tesi a soddisfare le diverse esigenze di salute e ottimizzazione delle competenze professionali sanitarie. L’infermiere è un attore importante del sistema salute che troppo spesso è sottovalutato, impiegato in modo improprio e indecoroso è calpestato nella propria dignità personale e professionale. Quest’anno abbiamo costituito un gruppo unito negli intenti e fortemente motivato, con la passione e onestà intellettuale che ci contraddistingue, crediamo di poter innescare il cambiamento che la nostra professione auspica”.

Entrando nel merito di alcune critiche poste alla sua candidatura per il Collegio Ipasvi Giuseppino Conti ha evidenziato che l’attuale regolamento della Fnipasvi non pone incompatibilità e conflitto d’interessi tanto che al punto 5 recita che “non sussiste nessuna causa di ineleggibilità o incompatibilità per le elezioni alle cariche ordinistiche”.

“Nella storia del collegio Ipasvi di Ancona – conclude il segretario dimissionario – ed anche in Federazione Nazionale si sono avvicendati colleghi con differenti tessere di partito o facenti parte di determinate associazioni sindacali e noi come Nursind ne io personalmente, ho mai sollevato sterili polemiche demagogiche che fanno solo del male all’intelligenza e all’unità della nostra categoria professionale. Noi non promettiamo miracoli, l’impossibile , ma sicuramente ci mettiamo la faccia, il cuore, la dignità, la coerenza e la trasparenza”.

Il Direttivo della Segreteria Territoriale Nursind di Ancona, preso atto della decisione assunta dall’ex segretario, ha conferito l’incarico pro-tempore da oggi, 27 ottobre, di segretario territoriale all’infermiera Elsa Frogioni. Il nuovo incarico sarà mantenuto fino  alle prossime elezioni che si svolgeranno in concomitanza del Consiglio Territoriale Nursind  Ancona (previsto entro il 2018).

Lorenzo Proia