Ultimo appuntamento di Andrea Bottega nelle Marche con il corso “IL CONTRATTO E I SUOI TRANELLI”, sarà ad Ancona l’08 marzo ad Ancona presso l’Aula Francesco Totti dell’Azienda Ospedali Riuniti.  Per iscrizioni scrivere mail a: nursindancona@gmail.com.

I 3 precedenti eventi organizzati dalla Segreteria Nursind di Ascoli Piceno e Fermo nelle sedi di Ascoli P. il 18/02, San Benedetto il 19/02 e Porto S. Elpidio 20/02, hanno registrato un ottimo successo di partecipazione.

Molti i professionisti  intervenuti per chiedere approfondimenti sul tema dell’orario di lavoro, le indennità di turno, di terapia intensiva, festivo, ecc.; messe in “crisi” dopo l’avvento del nuovo CCNL in molte aziende marchigiane.Altri elementi su cui si è dibattuto, sono la fruizione dei permessi retribuiti, lo straordinario obbligatorio, cambiamenti sulle norme disciplinari e i fondi che determinano lo stipendio accessorio, come ad esempio la progressione economica orizzontale (fasce), lo straordinario, le pronte disponibilità ecc..Temi che incidono profondamente sulla vita lavorativa del professionista sanitario e con l’arguta analisi puntuale e a volte anche “spiritosa” del Segretario Nazionale NurSind Andrea Bottega, è sempre stato vivo l’interesse e l’attenzione dei partecipanti.

In tutti al termine degli incontri formativi, la soddisfazione di aver finalmente chiarito i molti dubbi e incertezze interpretative del nuovo CCNL entrato in vigore il 21 maggio 2018.Un contratto atteso per oltre 9 anni dal comparto sanitario, gli operatori sanitari e professionisti del Servizio Sanitario Nazionale  avrebbero meritato il giusto riconoscimento del loro lavoro e invece hanno ottenuto norme peggiorative sempre più conformate alla supremazia del “diritto” della parte datoriale.

Un contratto che orgogliosamente il NurSind non ha firmato 1 anno fa, manifestando e scioperando a Roma il 23 febbraio 2018, a sostegno dei diritti calpestati di tutti i lavoratori della sanità. Solo la consapevolezza, l’unione e il comune dissenso possono acclarare il diritto all’ottenimento del giusto per la nostra categoria. Gli infermieri sono il caposaldo della sanità e ciascuno di noi chiede la valorizzazione delle proprie competenze, responsabilità, sacrifici, stipendi uniformati all’UE, dotazioni d’organico e risorse sufficienti a garantire qualità, equità e giustizia nelle cure e assistenza per i cittadini.

Ultimo appuntamento di Andrea Bottega nelle Marche con il corso “IL CONTRATTO E I SUOI TRANELLI”, sarà ad Ancona l’08 marzo ad Ancona presso l’Aula Francesco Totti dell’Azienda Ospedali Riuniti.

I 3 precedenti eventi organizzati dalla Segreteria Nursind di Ascoli Piceno e Fermo nelle sedi di Ascoli P. il 18/02, San Benedetto il 19/02 e Porto S. Elpidio 20/02, hanno registrato un ottimo successo di partecipazione.

Molti i professionisti  intervenuti per chiedere approfondimenti sul tema dell’orario di lavoro, le indennità di turno, di terapia intensiva, festivo, ecc.; messe in “crisi” dopo l’avvento del nuovo CCNL in molte aziende marchigiane.

Altri elementi su cui si è dibattuto, sono la fruizione dei permessi retribuiti, lo straordinario obbligatorio, cambiamenti sulle norme disciplinari e i fondi che determinano lo stipendio accessorio, come ad esempio la progressione economica orizzontale (fasce), lo straordinario, le pronte disponibilità ecc..

Temi che incidono profondamente sulla vita lavorativa del professionista sanitario e con l’arguta analisi puntuale e a volte anche “spiritosa” del Segretario Nazionale NurSind Andrea Bottega, è sempre stato vivo l’interesse e l’attenzione dei partecipanti.

In tutti al termine degli incontri formativi, la soddisfazione di aver finalmente chiarito i molti dubbi e incertezze interpretative del nuovo CCNL entrato in vigore il 21 maggio 2018.

Un contratto atteso per oltre 9 anni dal comparto sanitario, gli operatori sanitari e professionisti del Servizio Sanitario Nazionale  avrebbero meritato il giusto riconoscimento del loro lavoro e invece hanno ottenuto norme peggiorative sempre più conformate alla supremazia del “diritto” della parte datoriale.

Un contratto che orgogliosamente il NurSind non ha firmato 1 anno fa, manifestando e scioperando a Roma il 23 febbraio 2018, a sostegno dei diritti calpestati di tutti i lavoratori della sanità. Solo la consapevolezza, l’unione e il comune dissenso possono acclarare il diritto all’ottenimento del giusto per la nostra categoria. Gli infermieri sono il caposaldo della sanità e ciascuno di noi chiede la valorizzazione delle proprie competenze, responsabilità, sacrifici, stipendi uniformati all’UE, dotazioni d’organico e risorse sufficienti a garantire qualità, equità e giustizia nelle cure e assistenza per i cittadini.

Ultimo appuntamento di Andrea Bottega nelle Marche con il corso “IL CONTRATTO E I SUOI TRANELLI”, sarà ad Ancona l’08 marzo ad Ancona presso l’Aula Francesco Totti dell’Azienda Ospedali Riuniti.

I 3 precedenti eventi organizzati dalla Segreteria Nursind di Ascoli Piceno e Fermo nelle sedi di Ascoli P. il 18/02, San Benedetto il 19/02 e Porto S. Elpidio 20/02, hanno registrato un ottimo successo di partecipazione.

Molti i professionisti  intervenuti per chiedere approfondimenti sul tema dell’orario di lavoro, le indennità di turno, di terapia intensiva, festivo, ecc.; messe in “crisi” dopo l’avvento del nuovo CCNL in molte aziende marchigiane.

Altri elementi su cui si è dibattuto, sono la fruizione dei permessi retribuiti, lo straordinario obbligatorio, cambiamenti sulle norme disciplinari e i fondi che determinano lo stipendio accessorio, come ad esempio la progressione economica orizzontale (fasce), lo straordinario, le pronte disponibilità ecc..

Temi che incidono profondamente sulla vita lavorativa del professionista sanitario e con l’arguta analisi puntuale e a volte anche “spiritosa” del Segretario Nazionale NurSind Andrea Bottega, è sempre stato vivo l’interesse e l’attenzione dei partecipanti.

In tutti al termine degli incontri formativi, la soddisfazione di aver finalmente chiarito i molti dubbi e incertezze interpretative del nuovo CCNL entrato in vigore il 21 maggio 2018.

Un contratto atteso per oltre 9 anni dal comparto sanitario, gli operatori sanitari e professionisti del Servizio Sanitario Nazionale  avrebbero meritato il giusto riconoscimento del loro lavoro e invece hanno ottenuto norme peggiorative sempre più conformate alla supremazia del “diritto” della parte datoriale.

Un contratto che orgogliosamente il NurSind non ha firmato 1 anno fa, manifestando e scioperando a Roma il 23 febbraio 2018, a sostegno dei diritti calpestati di tutti i lavoratori della sanità. Solo la consapevolezza, l’unione e il comune dissenso possono acclarare il diritto all’ottenimento del giusto per la nostra categoria. Gli infermieri sono il caposaldo della sanità e ciascuno di noi chiede la valorizzazione delle proprie competenze, responsabilità, sacrifici, stipendi uniformati all’UE, dotazioni d’organico e risorse sufficienti a garantire qualità, equità e giustizia nelle cure e assistenza per i cittadini.