Il 16 aprile 2019 durante una riunione di trattativa tra la RSU e la dirigenza dell’AOUR di Ancona, si è verificato un increscioso episodio in danno dei delegati RSU Nursind. Premetto che che l’O.S. Nursind è il primo sindacato presso l’AOUR di Ancona e che in precedenza non si erano mai verificati episodi simili.

Il problema è in riguardo ai tentativi, mal riusciti da parte dei rappresentanti CGIL e UIL, di tacciare i delegati NurSind, che intendevano intervenire in tutela dei legittimi interessi dei professionisti infermieri. Più volte durante la riunione hanno tentato d’impedire la partecipazione al dibattito ai rappresentanti del NurSind; il Segretario Regionale Marche della UIL, continuava a ripetere che venisse tolta la parola al rappresentante RSU Nursind, in quanto non firmatario del CCNL 2016-2018.

Il fatto è stato prontamente segnalato dai Delegati NurSind, con volantino (allegato A) e diffuso alla conoscenza dei lavoratori interessati, perché considerato fortemente lesivo del diritto sancito dalla Costituzione Italiana alla rappresentanza sindacale di ogni categoria di lavoratori, gli infermieri non possono esserne discriminati!

I sindacati chiamati in causa CGIL e UIL hanno prontamente risposto con un comunicato congiunto (allegato B), cercando di chiarire, dal loro punto di vista i fatti, valutando le nostre proteste “menzoniere e offensive”, sottolineando il fatto che a queste OO.SS. (CGIL e UIL) “nessuno può fare lezioni di democrazia” e giustificando il loro comportamento di ostracismo nei confronti del NurSind durante quella riunione, con le considerazioni che gli interventi non erano connessi agli argomenti all’OdG e che secondo queste O.S. I delegati RSU Nursind sono titolati alla parola solo come RSU e non come NurSind, in quanto non firmatari di CCNL.

Quindi deduciamo da quanto esposto dai solerti rappresentanti della CGIL e UIL, che i delegati NURSIND, regolarmente eletti con un cospicuo numero di voti, possono parlare liberamente solo quando le altre “OO.SS. Firmatarie” lo consentono? ASSURDO! Questa dovrebbe essere la democrazia?

I delegati Nursind AOUR di Ancona non si lasciano certo intimorire e con un comunicato ufficiale (allegato C) di tutta la Segreteria Nursind di Ancona rispondono a tono, ribadendo che i dettami giuridici democratici confermano il diritto alla libera espressione a chiunque e in special modo alle associazioni sindacali che rappresentano e tutelano i diritti dei lavoratori.

Il NURSIND è coerente e non apporrà mai la firma su un CCNL che peggiora le condizioni di lavoro e la retribuzione di tutti i professionisti sanitari, penalizzando in special modo la categoria degli infermieri turnisti h.24 e h.12.

La FIRMA a questo CCNL non ci serve, per noi è importante portare alla piena consapevolezza la nostra categoria professionale che occorre essere uniti e lottare insieme contro questi soprusi e contro a chi ostacola lo sviluppo e valorizzazione dei professionisti sanitari.

Gli infermieri uniti sono la maggioranza, uniti gli infermieri potranno riscrivere il proprio contratto di lavoro e ridisegnare i propri diritti.

Il NurSind #costruisceituoidiritti, il Nursind lotta per giusto non per il possibile.

N.B.
Allegati tutti i comunicati conseguenti al tentativo di “togliere la parola” ai delegati NurSind

Segreteria Nursind Ancona

Ph credit: i.ytimg.com –  i2.wp.com

 

Allegato A – Sgnalazione NURSIND tentativo di togliere la parola.pdf

Allegato B – Risposta CGIL -UIL.pdf

Allegato C – Risposta Nursind a CGIL e UIL.pdf